In cucina con IL PONTE

18 Dicembre 2019
Comments off
239 Views

In cucina con IL PONTE

Natale non è Natale senza dei bei dolci che arricchiscano la tavola di tutti noi. Raffaella, vecchia amica de IL PONTE, ci regala in questo numero 3 delle ricette di dolci natalizi fra le più gustose e semplici da preparare!

Il Ponte augura a tutti voi un Felice Natale!


ROCCOCÒ

Uno dei dolci di Natale che preferisco sono i Roccocò, tipici della tradizione natalizia partenopea. Morbidi o duri, hanno un sapore e un profumo ineguagliabile, e non mancano mai sulle tavole dei campani, durante le festività natalizie. Sono preparati con ingredienti semplici e un insieme di spezie chiamato pisto, ovvero un misto di cannella, chiodi di garofano, coriandolo, anice stellato e noce moscata. Vediamo ora, come si preparano i Roccocò.

 

Difficoltà: molto bassa
Tempi preparazione: 20 min  – Tempi di cottura: 15 min
Costo: medio

Ingredienti

· 400 gr di farina 00
· 150 gr di zucchero semolato
· 100 gr di miele
· 200 gr di mandorle tostate
· 5 gr di pisto (cannella, chiodi di garofano, coriandolo,
anice stellato, noce moscata)
· 150 gr di acqua o di succo di arancia
· la buccia grattugiata di 1 arancia
· la buccia grattugiata di un limone
· 3 gr di ammoniaca
· 1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
· 30 gr di arancia candita a cubetti (facoltativo)
· 1 pizzico di sale
· 1 tuorlo pe spennellare

Procedimento
Per prima cosa, tostate 5 minuti le mandorle non sbucciate in forno a 110 gradi. Fatele raffreddare, e tritatene la metà fino ad ottenere una farina di mandorle. Le altre tenetele da parte.
Preparate anche il pisto dosando le varie spezie a seconda dei vostri gusti, e adoperate un mortaio.
Sciogliete l’ammoniaca nell’acqua. Mescolate insieme la farina, lo zucchero, le bucce di arancia e di limone, il cacao, il sale, il miele, la farina di mandorle, il pisto e l’acqua con l’ammoniaca e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete anche le mandorle intere che avevate messo da parte e l’arancia candita se preferite.
Fate dei filoncini lunghi circa 10 cm e chiudete le estremità. Adagiateli sulla teglia rivestita di carta forno e spennellateli con il tuorlo d’uovo. Infornate a forno preriscaldato statico a 180 gradi per 15 minuti. Se preferite i Roccocò più duri, allungate la cottura in forno a 20-22 minuti.
Sfornateli e lasciateli raffreddare prima di servirli.

Spunti
Se preferite i Roccocò più morbidi, non prolungate la cottura in forno anche se quando li sfornate, saranno molto morbidi, perchè raffreddandosi tenderanno a indurirsi. I Roccocò si conservano chiusi in una scatola di latta per circa 10 giorni.


BUCCELLATI SICILIANI

I buccellati siciliani sono dei dolcetti della tradizione natalizia siciliana preparati con una golosa pasta frolla ripiena di una deliziosa farcitura a base di fichi secchi, cioccolato, noci, marmellata di arance e marsala, ricoperti da una bianca glassa aromatizzata al limone e da confettini colorati. Sono anche un’idea regalo molto carina da fare durante le festività natalizie. Si presentano molto bene e riscuotono sempre un gran successo. Provateli, non ve ne pentirete!!! 😉

Difficoltà: molto bassa
Tempi preparazione: 20 min  – Tempi di cottura: 15 min
Costo: medio

 

Ingredienti per circa 40 biscotti

Per la frolla:
· 500 gr di farina 00
· 130 gr di zucchero semolato
· 130 gr di burro
· 2 uova
· 5 gr di ammoniaca per dolci
· 1 cucchiaino di lievito per dolci
· mezza tazzina di latte
· 1 pizzico di sale

Per il ripieno:
· 500 gr di fichi secchi
· 50 gr di uva passa
· 60 gr di cioccolato fondente
· 80 gr di noci tritate
· 2 cucchiai di marsala
· 3 cucchiai di marmellata di arance

Per la glassa:
· 130 gr di zucchero a velo
· 3 cucchiai di succo di limone caldo
· zuccherini per decorare

Procedimento
Per prima cosa, preparate il ripieno. Quindi, sbollentate per un minuto i fichi secchi nell’acqua bollente. Scolateli e adagiateli su uno strofinaccio pulito. Togliete il picciolo duro, dopo di che tritateli con un coltello o nello sminuzzatore, e tenete da parte.
Sminuzzate anche le noci, il cioccolato e l’uva passa. In una ciotola, mescolate bene il trito di fichi, noci, e cioccolato, con la marmellata di arance e il marsala, fino ad ottenere un composto uniforme e consistente.
Coprite con pellicola e mettete in frigo a insaporire.
Nel frattempo, preparate la frolla. In una ciotola mischiate la farina, il burro, il sale e lo zucchero fino a formare un composto sabbioso. Dopo di che, aggiungete le uova, l’ammoniaca, il lievito, e il latte e impastate fino ad ottenere una palla uniforme e compatta. Avvolgetela in un foglio di pellicola e fate riposare in frigo circa un’ora.
Su un piano di lavoro, prelevate un pò di impasto dal totale, e ricavate una striscia di pasta, stretta e lunga. Poggiate al centro un salsicciotto di ripieno, e chiudete i lembi di pasta frolla fino a formare un cilindro.
Tagliate il cilindro in tanti pezzi larghi circa due dita, e posizionateli sulla teglia ricoperta di carta forno, leggermente distanziati tra di loro. Infornate a forno preriscaldato statico a 180 gradi, oppure ventilato a 160 gradi, per circa 30 minuti. Quando saranno dorati in superficie, potete sfornare e lasciar raffreddare.

Procedimento per la glassa
Fate scaldare il succo di limone in un pentolino, e versatelo sullo zucchero a velo. Con un cucchiaio mescolate bene, fino ad ottenere una crema bianca lucida ed uniforme. Adesso, prendete un biscottino alla volta e immergetelo nella glassa, scolate quella in eccesso, e subito, cospargete la superficie con gli zuccherini colorati.
Ed ecco pronti i vostri golosi e colorate Buccellati siciliani!!! 🙂

Spunti
Potete aromatizzare la frolla in diversi modi, con la buccia di arancia e limone, o con della cannella, per renderla ancora più buona e profumata. Inoltre con un po’ di fantasia, potete dare forme diverse ai vostri biscotti, perchè il ripieno non fuori esce!!! I buccellati si conservano anche più di una settimana ben chiusi in una scatola di latta in luogo fresco ed asciutto.


 

PANFORTE DI SIENA

Il panforte è un dolce natalizio tipico di Siena con origini molto antiche. Intorno all’anno mille veniva preparato con farina, acqua, miele e frutta fresca tagliata grossolanamente. Durante la cottura l’acqua della frutta non evaporava del tutto e dava origine a muffe che conferivano all’impasto un sapore acidulo (panes fortis) da cui prende il nome l’attuale panforte. Nel tempo il panforte ha subito delle variazioni e oggi la frutta fresca viene sostituita da quella secca e vengono aggiunte diverse spezie che riempiranno la vostra casa di un profumo straordinario. Particolarmente indicato per il periodo natalizio è molto semplice e veloce da preparare.Perfetto anche come idea regalo, vi farà fare un figurone 😉

Difficoltà: molto bassa
Tempi preparazione: 20 min  – Tempi di cottura: 15 min
Costo: medio

Ingredienti
· 100 gr di miele di acacia o di arancio
· 80 gr di zucchero semolato
· 100 gr di arancia candita
· 100 gr di cedro candito
· 40 gr di farina 00
· 180 gr di mandorle non pelate
· 80 gr di nocciole
· 1 pizzico di sale
· 1 cucchiaio di spezie miste in polvere
(cannella, vaniglia, chiodi di garofano, coriandolo,
noce moscata, pepe nero macinato)
· 1 foglio di ostia
· zucchero a velo per la copertura

Procedimento
Tostate mandorle e nocciole in forno a 150 gradi per 5 minuti. Sfornate e tenete da parte.
Tagliate i canditi a cubetti. In un pentolino dal fondo alto scaldate lo zucchero e il miele fino a portarli a 120 gradi. Io ho aggiunto anche la buccia di un’arancia biologica grattugiata per insaporire e profumare maggiormente lo sciroppo. In una ciotola mescolate la farina, le spezie, il sale, i canditi a cubetti, le mandorle, le nocciole, e versatevi a filo il miele e lo zucchero caldi. Mescolate il tutto con un cucchiaio fino ad ottenere un composto omogeneo.
Foderate uno stampo da 20 cm di diametro con carta forno. Adagiate l’ostia sul fondo e versate l’impasto al suo interno. Schiacciate bene con le mani bagnate, pareggiate la superficie e spolverizzate con abbondante zucchero a velo. Infornate a 170 gradi per 25 minuti. Dopo di che sfornate, lasciate raffreddare, trasferite il panforte su un piatto da portata e spolverizzate nuovamente con altro zucchero a velo. Ed ecco il vostro panforte ricco e profumato pronto per essere servito 😉

Spunti
Nel misto di spezie, la cannella è circa 10 gr, i chiodi di garofano, la vaniglia e il coriandolo 4 gr, e tutte le altre 1 gr, ma potete variare le quantità a vostro gusto. Il panforte si conserva circa 2 mesi avvolto nella pellicola alimentare in ambiente fresco e asciutto.

 

Comments are closed.