Una passione giovanile per l’Italia, mai spenta, e Ib diventa il nuovo Console onorario a Århus di Grazia Mirabelli

15 Ottobre 2020
Comments off
1.224 Views

Una passione giovanile per l’Italia, mai spenta, e Ib diventa il nuovo Console onorario a Århus
di Grazia Mirabelli

Un vecchio sogno quello per l’Italia, che insieme al fascino per la lingua e il cibo hanno spinto negli anni ottanta Ib, allora studente universitario, a iscriversi a un corso di lingua italiana mentre ancora frequentava la facoltà di scienze sociali. Poi la scoperta che l’italiano si potesse studiare anche all’università, e da lì tutto un susseguirsi di soggiorni studio, più o meno lunghi, durante i quali poter approfondire la lingua e la cultura del paese

È un Ib sorridente e soddisfatto quello che incontriamo per parlare dell’Italia, un argomento che ci accomuna e ci sta molto a cuore, su cui Ib ha imparato tanto e che gli è valso oggi l’incarico di Console onorario ad Århus.
“Ricordo quegli anni in cui tutto ebbe inizio, un periodo fantastico all’Università, con insegnanti straordinari come Leonardo Cecchini, Olivia De Masi Schmitt Jensen, Flemming Forsberg e Sven Bach, e l’affiatamento che per merito loro si creava nel gruppo. Allora lo studio della lingua italiana non era ancora molto diffuso ma l’Italia si stava trasformando in una meta sempre più attraente, per l’arte e il design, ma anche per la cultura del cibo, guadagnando sempre più punti agli occhi dei turisti danesi. Inizialmente in Danimarca circolava solo il libro di cucina italiana di Elisabeth David, ma in tempi brevissimi, all’interesse per il cibo e i ristoranti, si affiancò anche quello per i viaggi, il cinema, e tutto ciò che di bello l’Italia ha da offrire che è davvero tanto. Intanto la mia passione per il paese e per la lingua italiana andava crescendo, sempre ricambiata in pieno, e nel tempo ebbi la fortuna di essere accolto con grande, impareggiabile gentilezza ovunque andassi e perfino l’onore di essere nominato cittadino onorario in diverse città italiane”.

In Italia mi sento a casa
Guardando al calendario di attività e progetti messi in essere ad Århus, risulta evidente che l’Italia occupa ancora oggi un posto d’onore nella vita di Ib.
“L’Italia e l’italiano sono tutta la mia vita ancora oggi, tutti i giorni, tutta la settimana, tutto l’anno. Ben presto iniziai ad insegnare italiano in una scuola serale di Århus, cresciuta rapidamente fino ad arrivare a 7-8 insegnanti e 45 corsi di lingua italiana, oltre a corsi settimanali intensivi a cui affluirono fin da subito nuovi studenti da ogni parte della Danimarca. Successivamente tenni dei corsi anche all’università. Tutte esperienze che più tardi, insieme a due colleghi mi portarono a dare vita alla società Italien Information Service A/S, di cui sono tuttora direttore.

IIS si occupa di viaggi organizzati, viaggi che possono usufruire di una buona rete di conoscenze del territorio italiano, offrendo il supporto dei maggiori esperti danesi di arte e storia del Paese, del livello di Thomas Harder e Mogens Nykjær. Durante questi viaggi la lingua italiana diventa protagonista dei nostri corsi di cucina, acquerello, bridge, golf, e ultimamente perfino di caccia di tartufi e cinghiali!
Il mio lavoro pian pianino si andava ampliando ed arrivai a collaborare anche con Polizia e Magistratura e con alcune aziende che collaborano con l’Italia, come interprete e traduttore. Nel tempo, la mia esperienza di “presidente”della Società Dante Alighieri di Aarhus, che ho l’onore di portare avanti ormai da diversi anni, è cresciuta ed oggi l’associazione ha sedi a Odense, e in tutta l’area del triangolo dello Jutland sud-occidentale.

Mi godo l’Italia anche con la famiglia
Come tanti, ho iniziato i miei soggiorni italiani a Firenze, prima presso scuole di lingua estive, poi come studente all’Università. Ecco perché Firenze occupa ancora un grande posto nel mio cuore, insieme ad altre città d’Arte, tra cui Roma e Venezia. Ma ultimamente ho avuto la fortuna di trascorrere molto tempo lavorando in paesini nella zona dell’Emilia Romagna, un tempo parte della Toscana. Borghi belli e quasi sconosciuti come Bagno di Romagna e San Piero in Bagno in cui mi sento davvero a casa, conosco la maggior parte degli abitanti, partecipo alla vita sociale, alla vita di chiesa, parlando con gli amici al bar di argomenti importanti come calcio, politica, agricoltura e cibo! Specialmente il mercoledì quando le loro mogli li trascinano con sé e loro non ce la fanno più a guardare file interminabili di vestiti, scarpe e utensili da cucina.
In tempi normali, senza la minaccia del Corona virus, mi fermo in Italia dieci, quindici volte l’anno lavorando come guida turistica ed interprete. Il mio contatto con il paese, gli italiani e la lingua costituisce la maggior parte del mio lavoro ma anche della mia vita privata e del tempo libero che mi godo con la famiglia, tanto che sia mia moglie che i nostri due figli grandi parlano un ottimo italiano.

Un onore per me l’incarico di Console onorario a Århus
Oggi per me è un grande onore e piacere poter offrire assistenza ai cittadini italiani. Ho l’opportunità ogni giorno di fare una grande differenza per molti, aiutandoli a risolvere piccoli problemi ma anche problemi un po’ più grandi.

Di tutto, dalla traduzione di documenti, ai passaporti per minori, alla certificazione di deleghe, a chi è in visita ai detenuti ma anche ai detenuti stessi, e l’essere sempre accolti con gratitudine.

Per il futuro la principale occupazione del Consolato Onorario resterà quella dell’assistenza. Ma quando la situazione Coronavirus sarà di nuovo sotto controllo, speriamo presto, sarò di nuovo attivo nel riunire gli italiani della Jutlandia e Fionia per attività di intrattenimento per adulti e bambini.
Tra queste ho intenzione di riprendere la tombola natalizia che in passato ha riunito fino a cento adulti e bambini festaioli, un momento di incontro da condividere tra italiani e danesi per qualche ora di svago.
Come presidente della Società Dante Alighieri, e da oggi anche come Console, sono orgoglioso di avere un’opportunità ancora maggiore per diffondere la lingua e la cultura italiana, consolidando così legami ancora più forti tra i due paesi.

Italien Information Service A/S e Consolato onorario: www.iis.dk
Società Dante Alighieri: www.dante-alighieri.dk

Comments are closed.